Identificazione

Perché sono così marcio e sbagliato che alla fine ti convincerò che non ne vale la pena, piuttosto che cambiare. Sono un disadattato a me stesso, prima che al mondo. Ma provo comunque quel sottile, malsano, acido piacere ad essere così. Quel sapore di sigaretta, anche se fa male; quella rassicurante dipendenza da una droga…

Io non sono buono, né gentile, né premuroso, né nessuna di quelle stronzate buoniste lì. Sono solo un povero imbecille egoista sfigato. E me ne sono fatto una ragione. Sono quello che sono. Uno spaccafiche, un riempiculi, un cazzo ambulante, un fottuto pezzo di merda sessodipendente senza speranze, e non devo dimenticarmelo mai. Mai.
Dico: “Ripetimi che sono un insensibile pezzo di merda”.

[Chuck Palahniuk – Soffocare]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *