Distrarsi sì, ma da cosa?

Viaggi, studio, musica, tutti modi per distrarsi.
Distrarsi sì, ma da che cosa?
La vita trascorre tra azioni, buone e meno buone,
che riempiono il tempo che trovano.
Il tempo, così difficile da definire, scorre.
E come l’albero che cade nella foresta,
scorrerebbe lo stesso se non ci fossimo noi e le nostre azioni a riempirlo?
Viviamo come zeppe di carta ripiegata,
a riempire quel fastidioso vuoto sotto alla gamba del tavolo.
24 pieghe, e con quante dicono si arriverebbe sulla Luna?
24 che un fattore 3 fa erano inarrivabili.
Tutto per riempire quel maledetto vuoto.
foreste_59

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *